Le armi della seconda guerra mondiale

Quali erano le armi della seconda guerra mondiale?

26/08/2011 -In Storia - By kingk (art. no 271)

Le armi della seconda guerra mondiale

La seconda guerra mondiale, è stata senza ombra di dubbio la più cruenta e sanguinosa guerra mai combattuta dall'uomo.
Le armi impiegate nella seconda guerra mondiale, erano piuttosto moderne se paragonate a quelle delle precedenti guerre ed è proprio durante il corso di questa guerra che l'evoluzione delle armi ha fatto i passi più grandi.

Le Carabine

Le carabine sono senza dubbio le armi più utilizzate durante il corso della seconda guerra mondiale, presentavano dei calibri piuttosto grandi dato che i fucili erano progettati e pensati per centrare un bersaglio fino ad una distanza (effettiva) di 500 metri, potevanoarrivare fino a circa 800 metri effettivi nelle versioni da cecchino (con la semplice aggiunta di un mirino cannocchiale).
Le carabine più prodotte erano di tipo bolt action, necessitavano un azione meccanica per far scorrere le munizioni nel caricatore.
Gli americani sono stati i primi a realizzare il famoso modello semi-automatico: M1 Garand senza dubbio il miglior fucile della seconda guerra mondiale prodotto in massa.
I fucili semi-automatici sono arrivati verso la fine della guerra anche negli altri eserciti per rispondere alla potenza di fuoco dei fucili automatici avversari.

Kar98k


Le Pistole

Le pistole nella seconda guerra mondiale erano armi molto diffuse, la più famosa è la pistola mitragliatrice nazista MP40, un interessante arma prodotta in massa caratterizzata da una buona precisione, affidabilità e una cadenza di tiro interessante.
Non mancavano pistole tradizionali del tutto simili a quelle moderne, molto famosa è anche la pistola nazista P38 (la pistola di Lupin) di grosso calibro in dotazione agli ufficiali nazisti.

P38
Mp40

Mitra/Fucili Mitragliatori

I vari eserciti coinvolti erano dotati di una serie di mitra leggeri, simili ai moderni fucili mitragliatori.
Ottimi i modelli americani Thompson (il celebre mitra utilizzato dai gangster), il BAR (più grande e con più tiro utile).
I sovietici disponevano invece del PPSh41, un mitragliatore temibile per l'elevatissima cadenza di fuoco (900 colpi al minuto).
I nazisti furono invece i primi ad inventare il fucile mitragliatore, il modello STG44 fu il primo fucile mitragliatore della storia moderno, del tutto simile a quelli attuali venne prodotto in quantità limitata verso la fine della guerra e dato in dotazione ai reparti speciali SS.
L'STG44 venne in seguito riprodotto dai russi con alcune modifiche, dando vita all'AK-47 Kalashnikov che era per alcuni versi inferiore all'STG44.

STG44
PPSh41

Mitragliatrici pesanti

Le mitragliatrici pesanti della seconda guerra mondiale erano armi temibili del tutto paragonabili a quelle attuali, la potentissima mitragliatrice MG 42 nazista ad esempio aveva un elevatissima cadenza di tiro (anche fino a 1500 colpi al minuto), un raggio di tiro lungo di circa 1000 metri effettivi. L'MG42 era soprannominata "La falce di Hitler", è stata senza dubbio la più temibile mitragliatrice pesante della seconda guerra mondiale capace di terrorizzare gli eserciti avversari più agguerriti.
Efficaci erano anche le mitragliatrici americane come il modello Browning M1919.

MG42
Browning

Altre armi convenzionali

Non mancavano fucili anti-carro, lancia razzi come il bazooka o il panzerschreck, lanciafiamme, granate, bombe di vario tipo, mortai, cannoni, mitragliatori anti aerei.

bazooka


Armi speciali

I nazisti nel campo delle armi speciali investirono parecchie risorse, il missile V2 è stato il primo missile balistico della storia, era imponente e impreciso ma non poteva essere intercettato e distrutto dalla contraerei dell'epoca per via della velocità supersonica un tempo inarrivabile.
Il V2 ha inspirato dopo la guerra mondiale soprattutto i russi, modificandolo hanno realizzato i missili SCUD, e il sistema di lancio per il primo satellite inviato sullo spazio lo Sputnik.

V2 rocket


La bomba atomica era l'arma alla quale sia nazisti che americani lavoravano, una temibile arma in grado di trasformare massa in energia in maniera incontrollata, gli americani furono i primi a realizzarla nella sua versione più semplice lanciata su Hiroshima e Nagasaki, dopo la seconda guerra mondiale la stessa tecnologia venne migliorata dando origine alla temibile bomba H, una bomba a fissione nucleare e fusione termonucleare con nessun limite teorico riguardo la potenza.

Bomba Atomica


Il primo aeroplano a reazione della storia

I nazisti realizzarono il primo aereo a reazione della storia, capace di raggiungere una velocità per l'epoca impensabile di circa 800km/h. La tecnologia dell'epoca non era ancora matura a tal punto di rendere questi mezzi una reale risorsa bellica ed un arma per la vittoria schiacciante, l'He 262 era meno manovrabile e gestibile rispetto ai classici aerei ad elica dell'epoca Stuka.

Aereo supersonico nazista



V2 rocket Kar98k Mp40

STG44 MG42 P38

PPSh41 Aereo supersonico nazista bazooka

Bomba Atomica Browning
Commenta
Il tuo nome (opzionale)
E-Mail (non verrà pubblicata)
Il tuo sito web (opzionale)
Notifiche
Le tue opinioni

Commenti degli utenti





26/08/2011 -In Storia - By kingk (art. no 271)